BUILD THE (IM)POSSIBLE: Partecipa al Concorso Internazionale e Vinci la Sfida!
membrane-monolitiche-membrane-microporose
membrane-monolitiche-membrane-microporose
Autore: Rothoblaas

Membrane monolitiche vs. Membrane microporose

Quando si tratta di proteggere gli edifici in legno, e non solo, e gestire l'umidità, la scelta della giusta membrana traspirante è fondamentale.  
Due delle principali tipologie di membrane utilizzate nel settore delle costruzioni sono le membrane monolitiche e le membrane microporose.  

Per scegliere la miglior soluzione per ogni progetto vanno esplorate le differenze tecniche tra queste due tecnologie, con il supporto di una guida dettagliata su quale soluzione sia più adatta per le diverse esigenze di costruzione. 

Come scegliere la membrana giusta? 

Al fine di mantenere invariate le proprietà del prodotto è importante selezionarlo tenendo in considerazione le condizioni che affronterà, dal cantiere all’esercizio. È fondamentale proteggerlo il più possibile poiché la fase di cantiere è fonte di stress ed invecchiamento accelerato. 

Da cosa è influenzata la durabilità delle membrane? 

La durabilità dei film monolitici e microporosi è influenzata dalle differenze strutturali, e dalla somma delle fonti di stress: temperatura, esposizione a raggi UV e ad agenti inquinanti. 

Differenze strutturali 

Membrane microporose Le membrane microporose sono realizzate con polimeri idrofobici, che non interagiscono naturalmente con l'acqua. Queste membrane necessitano di lavorazioni speciali per permettere il passaggio dell'acqua, il che le rende più suscettibili agli inquinanti.  

Durante la produzione, i film microporosi vengono sottoposti a uno stress meccanico significativo. Questo processo crea microfori che permettono il passaggio del vapore  acqueo, ma allo stesso tempo, rendono la membrana vulnerabile a contaminanti esterni​​. 

membrane-monolitiche-membrane-microporose

Membrane monolitiche Al contrario, le membrane monolitiche sono composte da polimeri idrofilici che interagiscono chimicamente con l'acqua e sono generalmente più elastici. Questa struttura consente una migliore gestione dell'umidità e una maggiore resistenza agli agenti inquinanti.  

membrane-monolitiche-membrane-microporose

Impermeabilità e traspirabilità 

La capacità di una membrana di resistere all'acqua e permettere il passaggio del vapore è cruciale per mantenere l'integrità dell'edificio. Le membrane monolitiche offrono un equilibrio superiore tra impermeabilità e traspirabilità rispetto alle membrane microporose. 

Impermeabilità delle membrane microporose. Le membrane microporose sono progettate per essere idrorepellenti grazie a materiali o texture superficiali. Tuttavia, l'impermeabilità può essere compromessa in presenza di inquinanti combinati con acqua. Quando gli inquinanti si combinano con l'acqua, possono rompere le tensioni superficiali e permettere alla miscela di penetrare attraverso i microfori, riducendo l'efficacia della membrana​​.  

membrane-monolitiche-membrane-microporose

Impermeabilità delle membrane monolitiche. Grazie alla loro struttura chimica, le membrane monolitiche mantengono l'impermeabilità anche in condizioni difficili. Anche in presenza di inquinanti e acqua, le membrane monolitiche continuano a svolgere la loro funzione protettiva senza compromessi​​.  

membrane-monolitiche-membrane-microporose

Resistenza alla radiazione Ultravioletta (UV) 

La durabilità delle membrane una volta esposte ai raggi solari è valutata attentamente da test volti a garantire i migliori risultati anche in cantiere. Il metodo di prova consiste nell’esporre i provini a un’irradiazione UV continua a temperatura elevata per 336 ore, che salgono a 5000 ore per i prodotti destinati a pareti con giunti aperti che non escludono l’esposizione UV. 

La resistenza alla penetrazione dell’acqua, la resistenza a trazione e l’allungamento sono nuovamente determinati dopo l’invecchiamento artificiale, per fornire dati relativi alle performance anche dopo l’esposizione a queste fonti di stress.  

Va sempre tenuto presente, tuttavia, che le condizioni climatiche reali sono variabili e dipendono dal contesto applicativo, per questo è difficile stabilire un’esatta corrispondenza fra test d’invecchiamento artificiale e condizioni reali. 

 

UV e membrane microporose. Gli stress meccanici della fase produttiva delle membrane microporose, combinati con l'esposizione ai raggi UV, possono accelerare il degrado del materiale.  

Pertanto, è fondamentale rispettare le indicazioni di massima esposizione agli UV per garantire la durabilità del film funzionale. Le membrane microporose sono soggette a un maggiore degrado quando esposte ai raggi UV​​. 

membrane-monolitiche-membrane-microporose

UV e membrane monolitiche. Per le membrane monolitiche, invece, non c’è alcuna fonte di stress in fase produttiva che influisca sull’esposizione ai raggi UV, fattore che rende il loro degrado meno significativo rispetto alle membrane microporose. 

 

Anche in questo caso, è essenziale rispettare le indicazioni di massima esposizione agli UV per garantire la longevità del materiale, ma in linea generale le membrane monolitiche hanno una maggiore resistenza all'UV e offrono una durabilità superiore rispetto alle microporose​​.  

membrane-monolitiche-membrane-microporose

Applicazioni pratiche e durabilità 

La scelta tra membrane microporose e monolitiche dovrebbe essere sempre guidata dalle specifiche esigenze del progetto, dalle condizioni ambientali e climatiche.  
Le membrane monolitiche tendono a offrire una maggiore durabilità in condizioni climatiche variabili, mentre le membrane microporose possono essere adatte a situazioni meno critiche. 

Fattori di stress e durabilità. Le membrane sono sottoposte a vari test per determinarne le prestazioni in diverse condizioni, come la resistenza alla trazione, l'allungamento, e la resistenza a lacerazione chiodo. 

Per garantire risultati duraturi negli edifici, è quindi importante scegliere prodotti certificati che abbiano dimostrato proprietà superiori in risposta a questi test, anche quando non strettamente richiesto​​.  

membrane-monolitiche-membrane-microporose

Prove di laboratorio e casi in cantiere. I test di laboratorio forniscono indicazioni sulla resistenza e la durabilità delle membrane, ma le condizioni reali di cantiere possono variare significativamente. 

Nella valutazione progettuale vanno considerate necessariamente anche: 

- variazioni stagionali 

- orientamento rispetto ai punti cardinali 

- latitudine 

- altitudine 

- variabilità ed imprevedibilità metereologica su base annua 

membrane-monolitiche-membrane-microporose

In conclusione, sono meglio le membrane monolitiche o microporose?  

Nella scelta tra membrane monolitiche e microporose, è essenziale considerare non solo le proprietà tecniche, ma anche le condizioni specifiche di impiego.  

Le membrane monolitiche, con la loro superiore resistenza agli inquinanti e ai raggi UV, offrono una soluzione più robusta per le applicazioni più esigenti. Le membrane microporose possono essere utilizzate in contesti meno critici, dove la gestione degli inquinanti non rappresenta un problema significativo. 

Per una protezione ottimale e duratura del tuo edificio, affidati ai filtri climatici Rothoblaas: ti guideranno nella scelta delle soluzioni migliori per il tuo prossimo progetto. 

Dettagli tecnici

Anno:
2024
Aziende:
Paese:
Any
Prodotti:
TRASPIR 110
Condividi l’articolo sui social